Skip to content

Microneedling e radiofrequenza: le soluzioni per l’acne

Microneedling e radiofrequenza sono tecniche non invasive e innovative per curare un problema molto comune: l’acne. Analizziamo in primis l’acne e tutte le sue forme per poi passare a queste soluzioni molto gettonate:

Cosa è l’acne e come si manifesta

L’acne origina nella comparsa di comedoni – i punti neri – che degenerano poi in pustole – i brufoli – che a loro volta, nei casi più gravi, diventano noduli o cisti. In base alla tipologia di irritazione che si manifesta e dalle sue cause, l’acne viene definita comedonica, cistica, conglobata, ulcerativa, cosmetica, iatrogena, e altre tipologie. Inoltre, a seconda del momento della sua comparsa, si parla di acne giovanile, che interessa gli adolescenti nel momento dello sviluppo, oppure tardiva, quando ne è affetto un adulto.

Per una corretta diagnosi e per approfondire le cause che la scatenano, è fondamentale fare riferimento a uno specialista dermatologo, che saprà inquadrare la tipologia di acne presente, e indicare quindi la miglior cura.

microneedling-e-radiofrequenza-acne-portincasa

Come curare l’acne con microneedling e radiofrequenza

Per curare l’acne ci sono tantissime soluzioni, metodi naturali, antibiotici, creme ma ci sono anche dei trattamenti più specifici da effettuare da dei specialisti. Parliamo di microneedling e radiofrequenza. 

Il trattamento con microneedling è una tecnica innovativa e non invasiva, che stimola la rigenerazione cellulare attraverso la creazione di piccole lesioni cutanee controllate a seguito delle quali, il nostro corpo reagisce prontamente producendo nuovi collagene ed elastina per riparare le ferite.

Il processo di neovascolarizzazione e di neocollagenesi genera un miglioramento generale del tono, della compattezza e della luminosità della pelle, oltre alla riduzione delle cicatrici post acne, smagliature, rughe superficiali e macchie cutanee. Il microneedling medico avviene in ambulatorio.

Viene applicata una crema anestetica sulla zona da trattare e, ove previsto, il prodotto biorivitalizzante. Quindi, viene passato il rullo con aghi sottili. La sensazione provata è solo un leggero fastidio.

Si consigliano 3 o 4 sedute distanziate tra loro da almeno 45-60 giorni per avere il tempo di risposta cutanea senza stressare la pelle.

microneedling-e-radiofrequenza-trattamento-portincasa
skin face. little girl large pores. white fair skin

Dopo il trattamento è indicato evitare l’esposizione ai raggi solari per almeno un mese. Inoltre, per un risultato migliore, è consigliabile associare alla seduta ambulatoriale il trattamento con microneedling cosmetico domiciliare, che può essere effettuato anche tutti i giorni.

La radiofrequenza consiste nell’uso di onde elettromagnetiche che si basano su correnti alternate ad alta frequenza. Si tratta di radiazioni non ionizzanti, quindi non possono determinare alterazioni a carico dei nucleotidi del DNA. Di conseguenza non sono in grado di creare mutazioni di tipo canceroso. La radiofrequenza è quindi un trattamento sicuro.

L’azione terapeutica della radiofrequenza si ottiene tramite effetto termico e effetto biologico.

L’effetto termico è determinato dalle molecole dotate di carica elettrica (proteine, ormoni, vitamine, citochine, fattori di crescita, etc.) che entrano in vibrazione sotto l’azione del campo elettromagnetico. Le molecole vibrando urtano fra di loro creando calore.

Per quanto riguarda l’effetto biologico, la radiofrequenza stimola la secrezione di alcuni enzimi (metalloproteasi) che, a livello della matrice cellulare, stimolano la formazione di alcune citochine. Da queste citochine dipende l’attività del fibroblasta, la cellula responsabile della formazione del collagene, dell’elastina e dell’acido ialuronico. Quindi possiamo affermare che la radiofrequenza ha come effetto la stimolazione dei fibroblasti già esistenti e la formazione di nuovi fibroblasti.