Skip to content

Iperidrosi: cause e rimedi per l’eccessiva sudorazione

Soffri di eccessiva sudorazione? Potrebbe trattarsi di iperidrosi

La sudorazione è un fenomeno fisiologico che coinvolge tutta la nostra superficie corporea. La sudorazione ha un’importante funzione di termoregolazione del corpo umano e può essere influenzata da stimoli emotivi, psicologici o mentali.

Al contrario, l’iperidrosi è un fenomeno patologico caratterizzato dalla produzione di sudore in quantità anomala rispetto alle necessità fisiologiche dell’organismo.

iperidrosi sudorazione eccessiva

Iperidrosi: che cos’è?

L’iperidrosi è una condizione patologica che può condizionare in modo considerevole anche la vita sociale di chi ne soffre.

Mani costantemente umide, timore ad indossare capi d’abbigliamento che possano rivelare l’eccessiva sudorazione, sudorazione difficile da controllare durante l’attività sportiva: quelle che per molti possono essere semplici azioni quotidiani, possono diventare veri ostacoli da schivare per chi soffre di iperidrosi.

L’iperidrosi è dunque un vero e proprio fenomeno patologico localizzato in alcune zone del corpo, come il palmo delle mani, la pianta dei piedi, le ascelle e il volto.

È definita iperidrosi primaria quando si verifica senza una causa evidente. Sembrerebbe essere causata da un’alterazione dei centri ipotalamici che attraverso la catena simpatica, provocano uno stimolo anomalo alla secrezione delle ghiandole sudoripare.

Una percentuale della popolazione compresa tra lo 0.6% e il 5% è colpita da iperidrosi primaria, che può insorgere a qualunque età, anche se è più frequente negli adolescenti e nei giovani adulti, in proporzioni uguali tra uomini e donne.

Invece, l’iperidrosi secondaria può svilupparsi in concomitanza con altri disturbi quali obesità, menopausa, neoplasie, diabete, ipertiroidismo.

iperidrosi

Come si cura l’iperidrosi?

Quando il paziente soffre di eccessiva sudorazione, è necessario innanzitutto escludere le cause di iperidrosi secondaria, raccogliendo accuratamente l’anamnesi e sottoponendolo ad esami ematochimici mirati. Se questi esami danno esito negativo, è possibile confermare la diagnosi d’iperidrosi primaria e, di conseguenza, stabilire con il paziente un iter terapeutico da seguire.

I trattamenti per l’iperidrosi primaria possono essere di tipo medico o chirurgico. I trattamenti medici hanno effetti temporanei, ossia il loro effetto si esaurisce non appena vengono sospesi.

L’iperidrosi è una patologia che non bisogna trascurare poiché oltre alla rilevanza clinica che ha, può avere anche una rilevanza sociale e quindi provocare imbarazzo, ansia e disagio psicologico nel paziente che ne soffre.

Se si tratta di iperidrosi secondaria ad altre malattie, è possibile risolvere il problema andando a trattare le patologie che ne sono causa. Se invece è un’iperidrosi di tipo primario, richiede un preciso trattamento medico e in secondo luogo un trattamento chirurgico se i risultati non sono ancora soddisfacenti.

Categorized: Estetica Corpo