Skip to content

Come recuperare dopo l’addominoplastica: il post intervento

Se stai pensando di sottoporti ad un intervento di rimodellamento del tuo addome, ti sarà molto utile sapere come recuperare dopo l’addominoplastica.

L’intervento di addominoplastica è piuttosto noto, io stesso ne ho parlato diffusamente in questo articolo. Tuttavia, ancora molte persone nutrono diversi dubbi in relazione a questo tipo di intervento soprattutto perché non hanno le idee chiare su cosa possa accadere dopo.

In questo articolo quindi parleremo di convalescenza, follow-up, consigli per mantenere a lungo i risultati ottenuti. E, naturalmente, di eventuali effetti collaterali o comportamenti sconsigliati.

Come recuperare dopo l’addominoplastica: come si svolge l’intervento

Il rimodellamento chirurgico dell’addome è diventato un intervento ormai di routine, molto conosciuto e anche molto eseguito.

L’addominoplastica si esegue in anestesia totale, per cui è necessario un day hospital, ossia una permanenza presso la struttura medica dalla mattina dell’intervento fino alla sera dello stesso giorno. Anche qui, soggettivamente, è possibile che il chirurgo consigli di prolungare il ricovero e che il paziente debba fermarsi per una notte.

Una volta terminata l’operazione, il paziente viene risvegliato dall’anestesia, si controlla che i suoi parametri vitali siano normali e lo si riporta in camera, dove riposerà e resterà in osservazione per un giorno o un giorno e una notte.

come-recuperare-dopo-addominoplastica

A questo punto, se tutto procede come deve, il paziente potrà essere dimesso fornendogli le indicazioni da seguire a casa. Tornerà in clinica per i controlli fino a totale guarigione della ferita operatoria. Dopo, si organizzerà un calendario di controlli periodici, detto follow-up, che si protrarrà per circa un anno.

La convalescenza immediatamente post operatoria

Durante le ore immediatamente successive all’addominoplastica,  il paziente in genere proverà un po’ di disagio, fastidio o dolore.

Tutti questi lievi inconvenienti vengono sedati con una semplice terapia antidolorifica. Prima delle dimissioni il chirurgo controllerà la cicatrice ed eseguirà le medicazioni.

Una volta a casa il paziente dovrebbe riposare per uno o due giorni e poi riprendere, gradualmente, le proprie attività abituali. La convalescenza è un periodo molto soggettivo:

  •  alcune persone infatti sopportano molto bene e, dopo un giorno, si sentono già in grado di alzarsi e riprendere il lavoro.
  •  altre preferiscono concedersi qualche giorno di pausa e seguire tempistiche più lente.

Non esiste una regola generale: ognuno di noi è diverso e deve ascoltare il proprio corpo comportandosi nella maniera che più lo faccia sentire a proprio agio.

Come recuperare dopo l’addominoplastica: alcuni consigli da seguire a casa

Fin qui abbiamo visto cosa accade in clinica nell’immediato post-operatorio; passiamo ora ad alcuni consigli da seguire da casa.

Guaina chirurgica post-addominoplastica

Il primo consiglio è quello di indossare una guaina chirurgica contenitiva. Serve per tenere i tessuti compatti, per proteggere la zona, per limitare le vibrazioni dovute ai movimenti.

Tale dispositivo andrà indossato per circa un mese. Ma poiché è tutto è molto soggettivo, in base all’opinione del chirurgo, la guaina potrà essere indossata per minore o maggiore tempo.

Il follow-up

Il follow-up post addominoplastica durerà circa un anno.

Si tratta di una serie di incontri, a cadenza regolare, che il chiurugo effettuerà per controllare che il processo di guarigione avvenga in maniera assolutamente regolare.

L’aspetto dell’addome infatti migliorerà di settimana in settimana dato che il gonfiore sparirà, i tessuti guariranno, la cicatrice si schiarirà.

Cicatrice finale

Della cicatrice da addominoplastica ci siamo già occupati in questo articolo. Qui basterà solo ricordare che si tratta in genere di una cicatrice bassa quindi viene tranquillamente nascosta dalla biancheria o dal costume da bagno. Nel corso del tempo diventerà sempre più chiara e piatta. Tuttavia, se si desidera trattarla per renderla ancora meno visibile ci sono diverse possibilità.

Come recuperare dopo l’addominoplastica: indicazioni finali

L’addominoplastica corregge un difetto estetico, ma non è risolutiva al 100% se non vengono scrupolosamente seguite alcune indicazioni finali.

come-recuperare-dopo-addominoplastica

Dopo la chirurgia addominale:

  • è importante imparare a praticare uno stile di vita sano, con un’alimentazione controllata ed una regolare attività fisica;
  • si sconsigliano nuove gravidanze, per questo si consiglia sempre di ricorrere all’addominoplastica quando si è sicure di non desiderare altri figli;
  • è bene curare la pelle dell’addome con ottimi cosmetici.

Come sempre, sono a vostra disposizione per consigli e suggerimenti, contattatemi!